Mangiar sardo vuol dire mangiare secondo natura.

Dal pane al dolcetto di fine pasto, quelli Sardi sono cibi austeri, essenziali, non appesantiti o modificati con cotture eccessive o salsette che ne cambino il gusto condizionando al loro digeribilità.
mangiar_sardo


Ogni area della Sardegna era un isola nell'isola e a questo si deve la varietà e originalità delle sue produzioni gastronomiche che per via dell'isolamento, delle distanze dei diversi prodotti reperibili in loco e della necessità di usarli ha sviluppato delle innumerevoli varianti della stessa pietanza.
La varietà della cucina in Sardegna che è similare alla varietà dei paesaggi e ai colori dei costumi tradizionali che cambia di paese in paese non solo nel nome delle pietanze ma anche negli ingredienti ed offre sia piatti di antica tradizione pastorale e contadina sia di origine marinara che a volte si fondono creando dei capolavori di gusto

In alcune ricette si nota la presenza di tradizioni culinarie originarie di altre aree del mediterraneo, di antichi invasori e di pi? recenti popoli dominatori.

La cucina Sarda è territoriale e genuina, usa ciò che la natura offre in quel momento, senza trattamenti che ne alterino le preziose proprietà organolettiche. Gli oli e i vini che la accompagnano con armonia sono naturali, i Cannonau , i Vermentini, le Vernaccie , i Monica i Cagnulari per citarne alcuni trovano nelle pietanze del luogo d'origine il loro partner ideale.

Ci si perde nella cucina, nelle Cantinas & Dispensas sarde, ci vuole tempo...

Mangiar sardo vuol dire riguardarsi, volersi bene, predisporsi a una vita sana e forse sta proprio qua il segreto?

http://www.terzaeta.com/news/agosto2002/05.html

--------------------------------------------------------------------

I Coreani sbarcano in Sardegna per scoprire i segreti dei centenari
(da L' Eco di Sardegna del 29/02/2008)

Da domenica a venerdì prossimo una delegazione del paese asiatico sarà ospite della Provincia di Cagliari.
In programma visite a siti di interesse storico e archeologico e un confronto con gli studiosi sardi sulla straordinaria longevità nell'Isola.

mangiar_sardo

Foto di Gianfranco Casu www.sargea.it